Rainulfo Drengot

Anno 1022-1030

Nel 1022 Rainulfo Drengot, condottiero normanno, si guadagnò col suo coraggio un territorio strategico. Posta tra le antiche città di Capua e Napoli la Contea di Aversa, proclamata nel 1030 e prima in Italia di fondazione normanna, divenne un punto chiave nello scacchiere della Campania Felix. La sua storia, che si confonde con la leggenda, è legata alla Chiesa, nel medioevo guida dei popoli europe

La distruzione della città

Anno 1135-1144

Come scrive A. Cecere, riprendendo A. Gallo che a sua volta riportava uno scritto di Alessandro Telesino (coevo dei Normanni): dopo aver distrutto buona parte delle mura, nel 1135, Ruggero II provvide a rifortificare la città e iniziò la costruzione di un castello per potervi risiedere per un po’ di tempo. Prosegue il Cecere…

Le prime mura

Anno 1144-1217

Dopo il 1144 e prima del 1217 fu innalzata una cerchia fortificata, attestata negli isolati perimetrali delle vie:S. Francesco di Paola, D. Cimarosa, C. Golia, R. Drengot, S. Maria della Neve e incardinata, sul fronte nord-orientale, su una fortezza eretta presso l’abside di S. Maria a Piazza.

Federico II

Anno 1223-1492

Federico II dispose il rafforzamento del castello….secondo alcuni, per il terremoto del Dicembre 1456 gran danno soffrì l’uno de’ due antichi castelli (…) ed Alfonso I d’Aragona, che vedeva già crollato l’uno e crollante l’altro, vogliono un nuovo castello o palagio fabbricasse da’ fondamenti. l’autore del disegno ad imprimere al fronte, in corrispondenza dell’abside, un’improvvisa e marcata rotazione verso est, conservando così una sufficiente distanza tra i due edifici. Fino ad arrivare ai tempi di oggi, in cui si è trasformato”

Una nuova sistemazione

Anno 1492-1750

Nel 1492 il castello ebbe una nuova sistemazione da Alfonso d’Aragona…Intorno alla metà del XVIII secolo (tra il 1739 ed il 1750) il castello, per essere trasformato in caserma di Cavalleria, fu completamente rinnovato” e, come riportano Fiengo e Guerriero .. ” I tecnici militari borbonici affiancarono all’antica fortezza lunghi corpi di fabbrica di tre piani, serrati tra poderosi salienti angolari… (mentre si può notare) ad occidente, verso S. Maria a Piazza, dove la necessità di preservare la chiesa indusse l’autore del disegno ad imprimere al fronte, in corrispondenza dell’abside, un’improvvisa e marcata rotazione verso est, conservando così una sufficiente distanza tra i due edifici. Fino ad arrivare ai tempi di oggi, in cui si è trasformato”

Carcere Giudiziario

1931-13/09/2013

Nel 1931 al noto Filippo Saporito frenologo aversano di cui l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa porta il suo nome fu assegnato un nuovo edificio come struttura per accogliere l’ospedale, l’ex Castello Aragonese ubicato nel centro storico di Aversa. Il frenologo fece restaurare il palazzo e lo utilizzò per ampliare la sua adiacente Casa di Cura e di Custodia, divenendo così un Carcere Giudiziario tra i più famosi d’Italia.

Diventa il tribunale Napoli Nord

13/09/2013

A partire dalla data di istituzione del Tribunale di Napoli Nord (13 settembre 2013), il Castello Aragonese è diventato sede del Tribunale e degli uffici giudiziari di Napoli Nord.